Il Commento

Gli Indici della rivista “Comunità” (anni 1946–1960)

Indici della rivista

Il primo numero della rivista“Comunità” uscì nel marzo 1946 con sottotitolo“Giornale mensile di politica e cultura”. Di tutte le attività editoriali di Olivetti ed, in particolare, di quelle che componevano la compagine delle“Edizioni di Comunità”, questa fu certamente quella più durevole nel tempo ed ebbe come referente diretto il Movimento di Comunità, del quale era, con alterna chiarezza e consonanza, organo d’informazione.
La vita della rivista si articola in tre periodi distinti, che corrispondono ad altrettante serie della pubblicazione, di cui le prime due appaiono facilmente assimilabili in sede d’analisi. La prima, iniziata appunto con il n. 1 nel marzo 1946, si conclude con il n. 6, uscito nell’ottobre dello stesso anno. Il direttore è Adriano Olivetti, affiancato nel lavoro di redazione da Paolo Padovani.
La seconda serie inizia il 19 aprile 1947. A partire dal secondo anno di vita compaiono, nella carica di vicedirettore, Giuseppe Rovero e, in qualità di segretari di redazione, Giovanni Cairola e Giampiero Carocci, a cui succederà Sergio Cotta fino alla fine delle pubblicazioni. Fino al n. 17,“Comunità” esce con cadenza settimanale, per diventare, a partire dal numero successivo, del settembre 1947, quindicinale. La pubblicazione della rivista si interrompe con il n. 26, nel dicembre di quell’anno, e riparte, in una nuova veste grafica e con periodicità bimestrale, con la terza serie nel gennaio 1949.
Con il nuovo inizio delle pubblicazioni, nel 1949, viene cambiato significativamente il sottotitolo, che diventa“Rivista del Movimento Comunità”. Il direttore della rivista è sempre Adriano Olivetti, mentre il coordinamento redazionale è affidato a Giorgio Soavi e l’impaginazione a Egidio Bonfante. La direzione della rivista cambierà nel 1952, con il n. 15, quando subentrerà Renzo Zorzi, segnando, come è già stato sottilineato, il carattere stesso della rivista e le sue scelte editoriali. Altri cambiamenti riguarderanno la segreteria della redazione, che viene affidata nel 1956 a Marisa Bulgheroni prima, e a Leda di Malta poi, e l’istituzione, a partire dal numero 56 del 1958, della redazione per l’architettura e l’urbanistica affidata a Pier Carlo Santini, contemporaneamente impegnato nella redazione di Zodiac.
La pubblicazione, seguendo le complesse questioni della proprietà della casa editrice, si interrompe definitivamente alla fine degli anni Ottanta. Alle tre serie corrispondono i tre diversi luoghi in cui ebbe sede il periodico: Roma, Torino ed Ivrea. Le diversità nell’impostazione delle tre serie risultano dagli indici del quindicennio 1946–1960, che si riproducono qui sotto e che forniscono un’idea degli interessi che la rivista coagula intorno a sé.
Nel complesso, la struttura della rivista rimane pressoché invariata per tutto l’arco delle pubblicazioni dal 1949 al 1960, con cambiamenti che riguarderanno il formato e l’impaginazione, o le “etichette” (spariranno nel primo numero del 1956), ma non l’ordine degli articoli.

Indici della rivista “Comunità” (anni 1946-1960)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Pagina modificata Thursday 23 October 2008